Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Categorizzato per | Sonno neonati

Risvegli notturni: quali sono le cause?

E’ normale che un bambino piccolo si svegli molte volte durante la notte, anche se non ha più bisogno di nutrimento notturno. Il risveglio dovrebbe durare pochi secondi o minuti.

Il problema nasce proprio quando questi risvegli ricorrenti diventano troppo frequenti, troppo lunghi in termini di tempo o se il bambino non è in grado di riaddormentarsi da solo e richiede l’intervento del genitore.

Quali possono essere le cause di questi frequenti risvegli notturni?

  • non è stata impostata una routine pre-nanna, che aiuta a regolarizzare il sonno ed a tranquillizzare il bambino, grazie alla ripetitività e all’abitudine.
  • il bimbo non si addormenta da solo al momento di andare a letto. Se si addormenta nelle braccia del genitore e si risveglia da solo nel suo lettino sicuramente si sentirà smarrito.
  • il bimbo ha fame perchè è abituato a mangiare durante la notte, anche se non si tratta più di una esigenza fisiologica.
  • il bimbo sta facendo qualche passaggio importante (gattonare, camminare, ecc) ed è più elettrico del solito.
  • c’è qualcosa che crea disagio: una malattia, ambiente troppo caldo o troppo freddo, tessuto del pigiamino non confortevole, pannolino bagnato o sporco, stanno spuntando i primi dentini
  • ha mangiato troppo prima di coricarsi e/o ha sete
  • sta vivendo la fase di ansia da separazione
  • troppo rumore e/o luce, o sbalzi di luminosità e rumorosità
  • ha perso i suoi oggetti transazionali, il ciuccio, il pupazzo preferito
  • ha vissuto emozioni forti subito prima di andare a letto o nella giornata (per esempio giochi molto movimentati prima di andare a letto), oppure uno spavento, per esempio una caduta (molto frequente se sta imparando a camminare)
  • è andato a letto troppo presto e quindi non è abbastanza stanco oppure troppo tardi ed è nervoso. Nei bambini piccoli è necessario rispettare il più possibile l’orario per la nanna, rientra anche questo nella routine!
  • è stata rafforzata l’ abitudine alla veglia notturna per esempio accendendo la luce durante i risvegli, proponendo giochi, chiaccherate, ecc..

Questi possono essere considerati come degli spunti per migliorare la qualità del sonno vostro e dei vostri bimbi.

E voi? Come gestite i risvegli notturni? Avete dei trucchi da consigliare?

Related Posts with Thumbnails

Una risposta a “Risvegli notturni: quali sono le cause?”

Trackbacks/Pingbacks

  1. [...] Eh si, perchè quando vi precipitate nella cameretta del pupo urlante durante la notte, mentre ancora cercate di riprendervi dallo shock di essere stati svegliati da urla disumane nella notte, brancolando nel buio ed inciampando in giocattoli e reperti di vario tipo la prima cosa che vi viene in mente è di accedere la luce per vedere che succede…ebbene non ripeterete questo errore più di una vol… [...]


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...