Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Sonno bambini: frequenti risvegli notturni causano riduzione delle abilità mentali

Nei primi anni di vita dei bambini sono pochi i casi in cui mamma e papà riescono a trascorre una notte intera… e quando accade non ci sembra vero!! ;) I continui risvegli notturni causano stress nei genitori ma sembra possano anche causare una riduzione delle abilità mentali del bambino. A sostenerlo è uno studio condotto dalle Università di Monteral e del Minnesota.

Sono stati presi in esame 60 bambini da 1 a 2 anni di cui sono state valutate la capacità di controllare impulsi, ricordare situazioni e azioni e flessibilità mentale mentre prima è stato chiesto ai relativi genitori di compilare un diario in cui avrebbero dovuto annotare tutti i sonnellini che il bambino faceva e i risvegli notturni.

Dai risultati, pubblicati su Child Development, è emerso che i bambini che riuscivano a dormire di più sapevano anche svolgere meglio i loro compiti durante il giorno, ma principalmente sapevano controllare bene i loro impulsi. L’associazione tra sonno e abilità era sempre uguale, anche quando cambiavano altri fattori, come ad esempio l’educazione ricevuta e le conoscenze apprese fino a quel momento.

Annie Bernier, professore di psicologia presso l’Universitù di Montreal dichiara: “Abbiamo scoperto che il sonno dei bambini è associato alle funzioni cognitive che dipendono dalle strutture cerebrali che si sviluppano rapidamente nei primi due anni di vita. Ciò può implicare che un buon sonno notturno durante l’infanzia metta in moto una cascata di effetti neurali che hanno implicazioni per una successiva abilità esecutiva. Questi risultati si aggiungono a precedenti ricerche, effettuate su bambini in età scolare, che hanno dimostrato come il sonno giochi un ruolo fondamentale nello sviluppo delle funzioni cognitive di ordine superiore che coinvolgono la corteccia prefrontale del cervello.”

Insomma, ancora una volta è dimostrato che dormire bene e a lungo non fa altro che migliorare lo sviluppo mentale dei bambini e di conseguenza mantiene basso il livello di stress di mamma e papà ;)

Immagini:
fatinablu.it
rd.com
paintermommy.com

Related Posts with Thumbnails

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...