Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Categorizzato per | Senza categoria, Sonno, Sonno bambini

Quando il bambino scambia il giorno per la notte

Alcuni bambini impongono con forza il “ritmo inverso”: dormono di giorno e stanno svegli di notte. Non bisogna cedere. Fate il possibile perché dorma meno di giorno, mentre alla sera si abbassino le luci e si rallenti l’attività come è normale che sia. Per qualche giorno o settimana dormirà globalmente meno, ma poi, arrivando stanco a sera, cederà alla notte. Non fatelo giocare a ore impensabili pur di tenerlo buono.

Le ricadute del bambino che non dorme sono spesso concentrate sulla mamma. In questo caso il rischio è che si inneschi una spirale di prostrazione psicofisica, che in alcuni casi si traduce in depressione e stanchezza, con ripercussioni sull’intera vita. Di conseguenza mamma insonne, nervosa, bambino sempre più agitato. La mamma è la prima che deve aiutarsi, comprendendo che è sbagliato cercare di resistere a oltranza. Non deve avere paura di chiedere, al partner e ai familiari, un aiuto nell’affrontare il problema.

Ci sono bambini invece che, per natura, hanno bisogno di meno sonno degli altri (a volte anche 3-4 ore complessive in meno al giorno). Questa insonnia è dovuta a una immaturità, fin dalla nascita, dei centri nervosi che regolano il ritmo sonno-veglia: un problema che si risolverà solo verso i tre anni. In questa situazione, è necessario farsi aiutare in modo preciso e regolare. Piuttosto rinunciate all’aiuto di giorno, ad altre cose, ma se il bambino proprio non dorme, non pensate di poter “reggere”: ne va della vostra salute. Oppure fate i turni: meglio una notte di sonno ogni due giorni, piuttosto che star svegli a intermittenza tutte le notti. Sapere che la settimana è “organizzata” toglie molta ansia ed è la premessa perché anche il bambino sia più tranquillo.

Immagini:
askamum.co.uk
babycenter.com
babysleepsite.com

Related Posts with Thumbnails

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...