Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Categorizzato per | Sonno, Sonno bambini, Sonno neonati

Sonno bambini: per dormire si dondola e batte la testa

Alcuni bambini quando vanno a letto si mettono a gattoni, si dondolano violentemente e iniziano a picchiare la fronte contro la testiera del letto. Possono andare avanti 5, 10, 15 minuti e poi si addormentano. Possono farlo anche prima del sonnellino pomeridiano. Quindi per il resto della giornata si comportano normalmente. Questo è quello che i pediatri definiscono “comportamento ritmico”, molto comune nei bambini di età compresa tra 1 e 5 anni. Qualcuno già a 2 mesi inizia a dondolare il corpo.

Ma non c’è da preoccuparsi. Di solito iniziano verso i 9 mesi a dondolarsi e dopo qualche settimana cominciano a battere la testa. I più “testardi” continuano per settimane, mesi e perfino anni. Poi, improvvisamente, (in genere dopo un anno e mezzo di esercizio) smettono. Molto raramente questo modo di addormentarsi si protrae oltre il quarto anno di età.

Ma cosa può accadere alla testa dei piccoli? Poco o nulla, assicurano gli esperti: al massimo, qualche bernoccolo. Nessuno conosce il motivo di questo gioco notturno. Si pensa sia causato dal dolore della dentizione o da una fase dello sviluppo neurologico, oppure semplicemente che sia un modo di auto consolarsi. Un fatto è certo: i comportamenti ritmici, come sono venuti, così scompaiono, senza lasciare alcuna traccia sullo sviluppo della personalità o dell’intelligenza del bambino.

Ma se non volete rassegnarvi ad aspettare che le “zuccate” passino come sono venute, potete provare a ridurne l’intensità e la frequenza con le seguenti attenzioni:

  • durante il giorno create per il bambino occasioni di dondolarsi: sull’altalena, cullandolo, procurandogli un cavallo a dondolo;
  • fategli ascoltare della musica ritmata e ballate con lui, battendo ritmicamente le mani;
  • imbottite le sponde del letto, in modo da proteggergli la testa;
  • sembra anche che l’ascolto di un metronomo, lo strumento che i musicisti usano per tenere il tempo, aiuta a togliere l’abitudine di dare “zuccate”.

Immagini:
images.com by Stock Connection
images.com by Design Pics
images.com by Keith Levit Photography

Related Posts with Thumbnails

2 risposte a “Sonno bambini: per dormire si dondola e batte la testa”

  1. mushi scrive:

    come Luca lo associavo sempre ad una nenia che “mi partiva da dentro uscendo dalle orecchie” che mi permetteva di non sentire nulla ed estraniarmi dal mondo.ma al contrario di Luca ammetto che non ho avuto un’infanzia serena, persino il mio primo ricordo risale all’età di 8 mesi di vita ( si crede che i bimbi non ne abbiano a quell’età)e non è stata un’esperienza gradevole…
    ma dopo i 5 anni non è finita: arrivavo a sbattere la testa nelle mani anche contro il muro, fino a screpolare la fronte.
    nemmeno l’adolescenza è stata serena e crescendo sbattevo anche il mento contro le mani sul tavolo, mentre studiavo, fino a screpolarlo
    e adesso a 34 anni nei periodi di stress ritorna a quella brutta abitutine…

  2. luca scrive:

    ciao sono un ex bambino cn ql comportamento. oggi ho 38 anni ed ho capito cosa era e perché. leggo e confermo che dondolarsi (io abbinavo un lamento nenia che durava tutta la notte a detta dei miei e x tutta l infanzia) aiuta a darsi conforto. ma da cosa lo so oggi senza caprine il perché. ansia e angoscia. ma la mia infanzia (salvo enentuali rimozioni e qualche amatissimo cartone giapponese é stata serena. d recente m sno trovato a ridondolarmi, nn cn la nenia o cn la violenza d un tempo, ma d improvviso m sno ritrovato a rivivere una emozione vecchia di oltre 30 anni. è lo stato d angoscia tipico Dell insonnia che m porta a farlo e oggi ricordo che ql peso nel petto lo avevo la sera prima d addormentarmi e nel dondolio. chissà x me sarà tardi e nn voglio creare allarmismi ma ripeto che il dondolio consola da qll angoscia apparentemente all epoca senza motivo (oggi ne ho troppi). cari genitori e medici provate a capire xke ed a rassicurare nella notte qsti nuovi luca x favore xke nn è un nel sentire e nn lo si può riconoscere a qll età.

Trackbacks/Pingbacks


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...