Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Categorizzato per | Dormire poco, Sonno, Sonno bambini

Sonno bambini: si sveglia presto al mattino!

Il svegliarsi presto al mattino dei bambini per alcuni genitori rappresenta un vero incubo, e specialmente se accompagnato da altre motivazioni possono portare a delle crisi personali anche serie. Di riflesso anche i figli saranno coinvolti dalla tensione e dal malessere e diventeranno a loro volta nervosi, scattosi e tristi.

Se il bambino va a letto fra le otto e mezza e le nove di sera (e noi siamo nottambuli) è del tutto normale che dopo dieci ore si svegli fresco e riposato e desideroso di vivere, mentre per noi potrà diventare un calvario alzarci a quell’ora specie se si è abituati diversamente e comunque nei sabati e domeniche in cui non si lavora. Ma prima o poi saremo obbligati a calcolare le proprie ore di sonno in funzione di quelle dei nostri bambini.

Anche se si può ritardare di un po’ l’orario della nanna se si è abituati a coricarci tardi, siamo noi che dobbiamo adeguarci al sonno dei bambini e non viceversa. Bisogna tener presente che un bambino che si addormenta tardi (cioè se è lui che si adegua) ce la farà pagare con dei ritmi alterati e con energie facilmente perturbate. Non rispettare i suoi ritmi è anche un segno di trascuratezza nei suoi confronti che può avere dei riflessi anche nell’alimentazione, nello stare con gli altri … creando in noi anche dei sensi di colpa notevoli.

Ci sono però molti casi in cui non solo il bambino si sveglia molto presto al mattino già pronto alla vita diurna ma presenta anche altre difficoltà del sonno. A volte lasciando un po’ di luce e alcuni giochi nel letto si può abituare il bambino a procrastinare l’ora della veglia attiva e fare anche in modo che non pianga. Questo vale tuttavia con i bambini sopra i due anni mentre prima non funziona in quanto fino ad allora la sveglia è determinata quasi esclusivamente dalla fame e quindi il bambino deve essere nutrito subito.

In alcuni casi può semmai essere utile farlo mangiare un po’ di più la sera, sempre che questo non produca un sonno agitato per la digestione, il bambino dovrebbe, in questo modo, essere meno affamato il giorno dopo e quindi dormire di più al mattino.

Alcuni genitori lasciano addirittura il biberon con il latte nel lettino del bambino che al risveglio si può servire da solo e dopo averlo bevuto può perfino riaddormentarsi. In questi casi fortunati i genitori riescono a non svegliarsi fino al secondo risveglio del proprio piccolo. Ma se il bambino è più grande e tutti gli accorgimenti si rivelano inefficaci allora ce lo ritroveremo ai piedi del letto.

Alcuni suggeriscono di dare delle ricompense ai bambini che si alzano più tardi offrendo loro dei regalini o cibo gratificante. Ma personalmente ritengo che questo meccanismo possa portare a delle forma di dipendenza che sicuramente non faranno il bene del bambino.

Voi avete esperienza di sveglie mattutine da parte dei vostri piccoli? Come vi comportate?!

Immagini:
images.com by Pascale Collange
images.com by Design Pics

Related Posts with Thumbnails

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...