Da Picci i nuovi sacchi termici Mucki
Per l'inverno 2014-2015 Picci ha studiato tutto il  necessario perché i nostri bambini possano trascorrere notti calde...
La nuova collezione invernale Picci
  L’inverno è alle porte ma noi non ci faremo certo trovare impreparati. Se c’è una cosa piacevole del freddo,...

Dove far dormire il neonato

Dove far dormire il neonato? Quando si è in gravidanza probabilmente sembra una scelta facile. Bastava trasformare la camera degli ospiti in una nursery, comprare un bel lettino con le sponde o magari farsi prestare la culla di vimini della nonna ed eccoci pronti ad accogliere in casa e nel nostro cuore il nuovo arrivato. Ma in realtà non sempre le cose vanno così!

Quante volte capita di mettere il piccolo nel lettino, ma ecco che piange, il lettino sembra troppo grande per il suo corpicino. Allora lo si adagia nella culla vicino al lettino, sperando che la trovi più intima, ma gli strilli di protesta continuano. Così si finisce per spingere la culla in camera da letto, convinte che il piccolo si calmerà vedendoci sdraiati accanto a lui. Ma nulla! A questo punto lo si mette nel lettone con la speranza che si addormenti ma domandandoci se stiamo facendo la cosa giusta.

La scelta del posto ideale per far dormire il bambino può rivelarsi una faccenda complicata, per non parlare di come convincerlo a collaborare. Molti genitori optano per un lettino con le sponde, certi che i ripari laterali terranno il loro piccolo al sicuro. Fiducia ben riposta, dal momento che i lettini di oggi rispondono a precise norme di sicurezza. Se il piccolo sembra perdersi nella vastità del lettino, rassicurarlo avvolgendolo in una coperta o mettendolo vicino a un angolo, in modo che la testolina sfiori il paracolpi.

Alcuni neonati sembrano trovarsi più a loro agio nello spazio ridotto di una culla. Anche questa è una buona scelta per i primi mesi, purchè la culla, per sicurezza,si possa bloccare. Papà e mamma apprezzano molto il fatto che la culla sia dotata di ruote che permettono di spostare il bambino da un punto all’altro della casa per il sonnellino e poi nella loro camera al momento di andare a letto, per averlo più vicino quando è il momento della poppata.

Se si decide per la culla, potrebbe essere una buona cosa trasferirla nella camera del bambino intorno alle quattro-sei settimane di vita. Metterla via al più tardi al compimento del terzo mese. A quel punto il bambino sarà abbastanza cresciuto e la culla gli starà troppo stretta per risultare confortevole.

Molto spesso, per il sonnellino del bambino, si tende ad utilizzare la sdraietta in modo da poterlo portare di stanza in stanza mentre dorme. Ottima scelta se il piccolo non ha nessun problema a dormire nel suo lettino la notte. Al contrario sarebbe meglio usare costantemente il lettino, sia di giorno che di notte, perché ci si abitui. Mentre se il piccolo dovesse soffrire di reflusso gastroesofageo sarà meglio chiedere al pediatra se è consigliabile o meno che dorma nella sdraietta.

Immagini:
images.com by Design Pics

Related Posts with Thumbnails

7 risposte a “Dove far dormire il neonato”

  1. Paola scrive:

    .. ciao sebastiana… secondo me l’importante è che stia comodo… magari attrezza il passeggino con un materassino in modo da sostenere bene la sua schiena… e poi pian pianetto.. quando lo vedi pronto prova a portarlo nel lettino.. immagina che la mia piccola, per i primi due mesi di vita… ha sempre dormito nella sdraietta… secondo me perchè stando rannicchiata… si sentiva protetta quasi come fosse nel pancione di mamma… ;)

  2. sebastiana scrive:

    io o un bimbo di 4 mesi e vuole dormire solo nel passeggino giorno e notte faccio bene omale aiutatmi

  3. Paola scrive:

    …ogni bambino ha le proprie esigenze e, secondo me, siamo noi che dobbiamo “adeguarci” a loro, soprattutto nei primi mesi di vita. Si sa i figli ti cambiano la vita, le abitudine…direi tranquillamente te la stravolgono in tutti i sensi! Per me tu lo stai già educando….ad una serena nanna…e ne sono sicura che questa buona abitudine ti aiuterà in futuro…quando sarà più grande! Le passeggiate e le uscite quelle verranno, così come dice Francesca, più avanti quando dormirà meno e sarà lui a chiederti di voler uscire! Piuttosto se ne senti tanto l’esigenza…ed io per prima posso capirti, se ne hai la possibilità lascialo a casa con qualcuno di fiducia mentre dorme…in modo che tu possa tranquillamente dedicare un po’ di tempo a te stessa! ;)

  4. elisa scrive:

    allora è come penso io, e cioè che bisogna asscondare le sue esigenze e non forzarlo ad abituarsi per soddisfare la mia voglia di evasione! daltronde si sa che avere un bimbo piccolo comporta dei sacrifici…..
    Il problema è che mi sento dire che non è giusto perchè così sono “succube” di mio figlio e lui così mi terrà in pugno e non riuscirò ad educarlo….

  5. francesca scrive:

    ciao elisa io sono mamma di un bimbo di 22 mesi che non ha mai avuto problemi a dormire ne fuori casa ne dentro.. quando ha sonno dorme ovunque e con chiunque… ma non x questo credo di essere una mamma migliore! anzi! io sono convnta che ogni bimbo sia fatto a modo suo esattamente come noi… unici e speciali x quello che siamo!
    certo non è facile x te x’ ti senti condannata in casa, io al tuo posto proverei con uscite brevi nei dintorni di casa in modo che se piange puoi rienrare in poco tempo… ma non pensare assolutamente di essere incapace x’ non è così!
    poi guarda che man mano crescono iniziano a dormire un pò meno durante il giorno e vedrai che anche tu potrai fare delle passeggiate con il tuo cucciolo!
    non dare retta a chi ti fa sentire in colpa! il carattere di tuo figlio non dipende da te!

  6. Paola scrive:

    Cara Elisa….tu non sei nè stupida, nè apprensiva e tanto meno incapace!!! Io non sono “esperta” di nanne … ho solo la mia esperienza da riportare…esperienza di mamma!!! …..e dunque… io portavo praticamente dappertutto il mio marmocchietto più grande…lui si appisolava nel passeggino, soprattutto in braccio e attaccato al seno, praticamente non aveva orari e ritmi… ma passati i primi 6 mesi di “beatitudine” …. ha cominciato a risentire (secondo me) di questo …. e di consenguenza a non dormire più come prima…. non c’era più lettino, sdraietta, culletta, …. nulla solo il seno e le braccia di mamma e poi con il tempo il lettone….un disastro!!!!
    Con la seconda marmocchietta mi sono imposta degli orari (più o meno sempre gli stessi), niente uscite la sera (ancora ora…le evito ed ha 2 anni … ma è abituata ad andare a letto alle 20.30..circa)…. il pom si esce solo dopo il suo riposino…altrimenti rimando!!! E’ vero … sono relegata in casa….ma devo dire dormo serena la notte…la bimba è tranquilla affronta con serenità la giornata e tutto fila liscio!!!!
    Io sono super convinta…dopo esperienza personale, che i bambini hanno bisogno di routine e non di essere sballottati qua e là…ne risentono dopo…così com’è è successo con il sonno del mio marmocchietto!!!! Dunque se credi che questa sia la strada giusta per il tuo ometto… va avanti tranquilla senza ascoltare i commenti delle mamme più anziane… sono sicura che andando avanti gioverai della serenità e della tranquillità che stai trasmettendo al tuo piccolino e allora sì che potrai goderti tutte le uscite che vuoi in sua dolce compagnia ;)

  7. elisa scrive:

    Io ho il problema opposto, e cioè, è talmente abituato al suo lettino che gi riesce diffcile dormire in macchina dentro il “confortevole” ovetto, oppura in b raccio o in qulaunque altra situazione temporanea mentre siamo fuori casa, e siccome ancora ha solo 4 mesi e mezzo e gli piace fare dalle 4 alle 6 pennichelle diurne, oltre a dormire serenamente 8 ore di notte….. e allora diventa un problema portarlo fuori, più per me, che con l’angoscia di dover assistere ad una delle sue sfuriate perchè non riesce a dormire nel suo lettino mi sento relegata in casa e lo faccio uscire poco e niente….
    Spero sempre che nei prossimi mesi le cose cambino, ma nel frattempo vedo le altre mamme portare fuori serenamente i loro neonati, che dormono paffutelli in qualunque posizione….. e io mi sneto una stupida mamma apprensiva e incapace, con poco polso, come mi dicono le mamme più anziane…. è così???

Trackbacks/Pingbacks


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I SONDAGGI DEL BLOG DELLA NANNA

Dormire con mamma e papà: favorevoli al co-sleeping?

View Results

Loading ... Loading ...